.
Annunci online

stefanorissetto
un modo di guardare


Diario


27 luglio 2006

E quindi anche l'amore

MOENA, STAZIONE ATESINA 8.50
Manuel sale sul pullman per Trento. Ha un’età nascosta dentro quella vera, la testa rasata e reclinata a destra, una cicatrice sulla fronte. Indossa una tuta da lavoro con una macchia di minio sulla schiena, porta uno zaino gonfio e leggero. Non sta mai fermo, cambia spesso posto, chiede ai passeggeri se abbiano l’influenza perché teme il contagio, porta la mano aperta all’orecchio sinistro parlando in un telefono immaginario. E’ vero, chiede, che non ho più bisogno di un ricovero? Scenderà a Castello di Fiemme, col suo zaino gonfio e leggero. L’autista del pullman lo accompagna con lo sguardo, verso un sentiero in salita.

TRENTO, 10.55
La donna sui trenta che potrebbero essere quaranta ha una gonna che non è una gonna e una maglietta che potrebbe essere una gonna, aperta sull’ormai deperibile panorama. Ha neri i capelli, corti, e nero tutto il resto, dall’abbronzatura eccessiva agli abiti. Se anche non fosse straniera, di sicuro si comporta come tale. E comunque la cittadinanza l’ha presa, come lasciamo perdere ma l’ha presa. Sembra una persona che ci abbia pure provato, a prendere sul serio le cose della vita e quindi anche l’amore, ma non ce l’ha fatta, è sempre stato più forte di lei. Porta tacchi troppo alti per una mezza mattinata e sorride guardando l’orologio. Il Monaco-Verona è in orario. Si è messa d’accordo, l’uomo che la aspetta avrà una polo gialla. Ma lei dovrà far finta di niente, perché lui potrebbe anche non essere solo, allora aspetterà che lui si liberi.

VERONA PORTA NUOVA, 12.23
Avrebbe potuto andarci benissimo da sola in stazione, ma lui l’ha voluta accompagnare. Lei, sui trenta giocati come se fossero venti, ha jeans faticosamente sottotaglia e una canotta corta rosa con un porcellino stilizzato alla Haring sulla schiena, capelli lunghi e mossi al perossido, occhiali avvolgenti di Gucci, un telefono avorio che tormenta nella destra. Porta una piccola borsa bianca. Lui ha qualche anno in più, i capelli avviati al grigio e sul volto e l’apprensione di ogni partenza. Quando l’altoparlante annuncia il treno da Venezia, si abbracciano come se non si dovessero vedere mai più. Eppure lei tornerà da Milano già in serata, il tempo di un colloquio di lavoro. Sale e quando parte i finestrini sigillati la aiutano a non voltarsi troppo nella cerimonia, l’uomo alle sue spalle sarà ormai una lontana macchiolina, in quella stupida polo gialla che gli sta tanto nale. Dalla borsa estrae la trousse dei trucchi e da questa un telefono che non è quello di prima, lo accende, parlotta piano. Scende a Peschiera.

CASTELLO DI FIEMME, 19.50
A quest’ora, la donna scura sui trenta, che potrebbero essere quaranta, con la noia di sempre e un’assoluta indifferenza a tutto è ripartita per Trento da Verona, dove tra poco tornerà la donna che gioca a fare la ventenne, con quel solito senso di colpa che è lo stesso dell’uomo con la polo gialla, ma ognuno dei due pensa di essere migliore dell’altro, cioé peggiore. Manuel è lì, alla stessa fermata dove era sceso stamattina, come se non si fosse mai mosso da lì, lo zaino floscio e triste. L’autista gli apre la porta e Manuel comincia a chiedere del ricovero imminente a un interlocutore immaginario per mezzo di un telefono immaginario, mentre cambia continuamente sedile perché non lo convincono le rassicurazioni dei vicini di posto, che gli giurano di non avere l’influenza.

E pensare, rimugina l’autista, che anni fa non era così. Poi ha perso la testa, pare per una ragazza, ora sarà una donna anche lei, si vedeva che a quella interessava solo farsi sposare per fare i documenti, magari adesso è tornata al suo paese. Tutti a dirgli che non faceva per lui, quella straniera, troppo strana, sempre vestita di nero, l’aria di una che finge anche quando dice il vero. Chissà che fine ha fatto. Meglio pagare che innamorarsi, si dice l’autista, e quindi anche l’amore sempre pagare è.




permalink | inviato da il 27/7/2006 alle 2:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia            agosto
 
 




blog letto 859724 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Calcio
Politica
Musica
Storie
Cinema
Letti
Persone

VAI A VEDERE


CERCA