.
Annunci online

stefanorissetto
un modo di guardare


Diario


11 agosto 2015

Mi piacerebbe

Mi piacerebbe innanzitutto scrivere ancora per il mio Corriere Mercantile, spero di tornare a farlo. Mi piacerebbe poi poter scrivere che la Sampdoria ha eliminato il Vojvodina evidenziando bel gioco e brillantezza, tanto da far reputare una formalità il turno successivo col Viktoria Pilzen. Mi piacerebbe poter pensare, e quindi scrivere, che la squadra sia stata rinforzata seguendo le indicazioni dell'allenatore, che il ritorno di Cassano – se qualcuno mi leggeva, ben ricorda quanto io spesso andassi oltre le righe, quasi cassaneggiando pure io, per quanto lo ammiravo e lo ammiro – sia una mossa perfetta per sostanza e scelta di tempi, che insomma viviamo nel migliore dei mondi possibili.

Mi piacerebbe pensarlo e scriverlo. Mi piacerebbe anche che in un momento di difficoltà, il primo del nuovo corso, non si facesse ricorso al vecchio e sempre efficace strumento dell'indizione della caccia al giornalista. E lo dice uno che non ha mai avuto spirito corporativo, che da ragazzo vigilava con orologio e righello per accertarsi della “par condicio” nei media locali, in tempi che ora a raccontare non sembrerebbero veri.

Piuttosto che rispolverare comode indicazioni di bersagli, quali portatori di ostilità inimicale o disfattismo interno, sarebbe il caso invece – oltre naturalmente at utelarsi, ove possibile, con i mezzi disponibili nel quadro giuridico - di prendere atto di un dato elementare: quando si pretende di occupare in permanenza il centro della ribalta mediatica, si desta curiosità non solo negli spettatori, ma anche nei critici.

Anche perché, in ultimo, anche in questo settore comandano i risultati. Pertanto, nell'esigere rispetto ed elogi per l'ottimo ed esaltante esito della scorsa annata agonistica, occorre anche accettare le perplessità relative a un avvio di stagione in cui si è mancato in modo sensazionale, e al primo passo, un obiettivo divenuto fondamentale per le circostanze.

Occorre accettare le perplessità e, ove possibile, confutarle. Citare per esempio l'imminente raggiungimento del pareggio di bilancio, in sé, è una pura enunciazione accademica: un conto infatti è ottenere tale risultato con l'incremento dei ricavi commerciali, compreso uno sponsor di maglia importante, ed è questa la strada su cui la nuova proprietà – di evidente intraprendenza nelle relazioni – ha destato altissime aspettative; altro è arrivarci agendo sul mercato.

Ah, dimenticavo. In ventisei anni di lavoro nei giornali, ho conosciuto colleghi di ogni fede sportiva,perché tutti ne abbiamo una ed è ipocrita negarlo, non conosco giornalisti sportivi che in realtà avrebbero voluto fare i critici di opera lirica ma un direttore cattivo o improvvido li aveva messi al calcio, semmai potrei fare qualche esempio contrario.

Be', uno dei tifosi genoani più accesi, posso dirlo tanto ormai è in pensione da tempo, era un collega della “Gazzetta dello Sport”: gran professionista, ottimo amico, mi ha anche aiutato nei primi servizi da inviato, quando io cominciavo e lui stava chiudendo.

Be', se non fosse stato per lui, e per un suo scoop sulla “rosea”, nel 2002 la Sampdoria sarebbe stata venduta ad Antonino Pane. Qualche tempo dopo, lo incontrai e mi disse: «Pensa che in casa ancora me lo menano, dicono che dovevo stare zitto».

https://www.youtube.com/watch?v=l5PG7RhGqMc




permalink | inviato da stefanorissetto il 11/8/2015 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre       
 
 




blog letto 820310 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Calcio
Politica
Musica
Storie
Cinema
Letti
Persone

VAI A VEDERE


CERCA